dintorni

parliamo un po' di cosa scrivere in questo spazio qui

giugno 23, 2004

Articolo riciclato

CORTILE IN FESTA?
Quest’estate, probabilmente, niente vacanze. Vabbé, sono tre anni che non porto la mia morosa a passeggiare nel 14º arrondissement a Parigi (sono snob? sono snob). Pazienza, sto qui: vado a prendere il fresco in qualche osteria di collina o a bere una birra dagli amici del Fuori Orario (pubblicità occulta? pubblicità occulta) oppure faccio quattro passi in via Maestra e magari vado a vedere cosa passano al cortile della Maddalena.
“Cortile in Festa”, concerti, cinema, spettacoli. Do un’occhiata al programma e, quasi quasi, mi passa la voglia. Concerti: concerto ce n’è uno, tanto per cominciare, e poi ne parliamo. Cinema: ben 18 titoli, che uno d’inverno dice "magari questo me lo vedo quest’estate, a metà prezzo, eh?" e poi non ci va manco d’estate (tolto uno, forse). Spettacoli: solite menate, ma qui è colpa mia, ché non impazzisco per danza, teatro e burattini vari.
Concerto, dicevo, ce n’è uno solo, e mi perdonino i giovani del Festival Giovani o le Associazioni & Musica: Feel Good Production, Live Tour 2004. A me Julian e Pony sono simpatici però scusate tanto: un groove che i Beastie Boys suonano da sbronzi con le dita dei piedi, una voce black però senza Ferrari, piscina e strafighe attorno e un sitar che neanche Lennon nei trip peggiori, beh, scusate ma io passo...
Ci sarebbe il cinema. Tre eurini me li spacco volentieri anche a vedere un film muto pakistano ma qui mi pare che il “Cortile in Festa” sia il miglior alleato di Blockbuster! Tanto per cominciare ci sono “L’Ultimo (speriamo) Samurai” e “Master & Commander”: armi, onore, spirito cavalleresco, senso del dovere e cazzate simili, che se lo sapevo stavo a casa a vedere “La Squadra”, “Distretto di Polizia”, “Carabinieri 12” e “Nassiriya Mon Amour”. Poi c’è “La macchia umana” e “Tutto può succedere”: io, al posto di A. Hopkins, N. Kidman, J. Nicholson e D. Keaton, avrei evitato. “Alla ricerca di Nemo” e “Peter Pan”, mi hanno regalato il DVD da McDonald’s comprando le patatine small. “Il Signore degli Anelli”, che sfiga, l’ho già visto 3 volte. Dice: c’è Verdone! Verdone?!? Dice quell’altro: c’è Tim Burton, “Big Fish”. Tim Burton, vi rovino il film, alla fine l’assassino è proprio lui, e io che pensavo che fosse un compagno... “La ragazza con l’orecchino di perla” forse vado a vederlo, il libro era bello. C’è “Kill Bill” di Tarantino, paghi 2 e prendi 1: però il culo di Uma Thurman non è la stessa cosa se non c’è pure il ghigno di John Travolta. Altman è Altman, a qualcuno piace ma io non rientro nella categoria. Ah, dimenticavo: c’è anche Kevin Costner.
Poi gli spettacoli. E qui ci sono anche tanti gruppi e associazioni che stimo, niente da dire. Però. Sarà che teatro e danza mi fanno cordialmente schifo; sarà che il Terzo Mondo è rimasto Terzo ma noi siamo il Primo?; sarà che i gagni di Estate Ragazzi li rifuggo come il colera....
Cosa mi resta? Artisti di strada e burattini. Beh, i burattini da piccolo mi facevano paura. Ma visto quel che passa il convento gli darò un’altra chance. Quest’estate, probabilmente, burattini.

giugno 08, 2004

Apro una parente

La cosa rallenta a udito d'orecchia.
Che facciamo? Ci trastulliamo?
Bah, sotto una parente irripetibile.

TOTÒ - Giovanotto! Carta, calamaio e penna, su... avanti, scriviamo! Dunque... Hai scritto "dunque"?
PEPPINO - Eh, un momento no?
TOTÒ- E comincia su!
PEPPINO - Carta... calamaio... e penna... oh.. la carta...
TOTÒ - Signorina! ...Signorina!!
PEPPINO - E... dove sta?
TOTÒ - Chi è?
PEPPINO - La signorina!
TOTÒ- Quale signorina?
PEPPINO - Hai detto: "Signorina!"
TOTÒ - È entrata la signorina?
PEPPINO - E che ne so?
TOTÒ- Signorina!
PEPPINO - Avanti!
TOTÒ - Animale! "Signorina" è l'intestazione autografa! Della lettera! Oh! Signorina,...
(Peppino butta via il primo foglio di carta e comincia a scrivere su uno nuovo)
TOTÒ - E vabbè... non era buona quella signorina lì?
PEPPINO - Vabbè...
TOTÒ- Signorina, veniamo... veniamo.. noi... con questa mia a dirvi
PEPPINO - ...con questa mia a dirvi
TOTÒ- A dirvi... una parola! Addirvi!
PEPPINO - ... addirvi una parola...
TOTÒ - che
PEPPINO - che
TOTÒ- che
PEPPINO - che...
TOTÒ- che è?
PEPPINO - Uno? Quanti?
TOTÒ - Che è?
PEPPINO - Uno che?
TOTÒ - Uno che?
PEPPINO - Che è? Che è?
TOTÒ - Scusate se sono poche
PEPPINO - Che è?
TOTÒ - Che è? ... Scusate se sono poche... Ma settecentomila lire, punto e virgola, noi ci fanno specie che quest'anno, una parola, questanno c'è stato una grande moria delle vacche,
PEPPINO - ... una grande ...
TOTÒ - Come voi ben sapete. Punto!
PEPPINO - Punto.
TOTÒ - Due punti!
PEPPINO - ... due punti...
TOTÒ - Ma sì... fai vedere che abbondiamo... abbundandis in abbundandum. Questa moneta servono... questa moneta servono... questa moneta servono a che voi vi consolate... Aoh... scrivi presto!
PEPPINO - ...con insalate...
TOTÒ - ... Che voi vi consolate...
PEPPINO - ... ah, avevo capito "con l'insalata"...
TOTÒ - E non mi far perdere il filo che ce l'ho tutta qui!...
PEPPINO - Eh, avevo capito coll'insalata!
TOTÒ - Dai dispiacere ... dai dispiacere che avreta... che avreta?... che avreta!! Eh già, è femmina... è femminile... che avreta perché... perché?
PEPPINO - Non so...
TOTÒ - Che non so?
PEPPINO - Perché che cosa?
TOTÒ - Perché che?
PEPPINO - Ahh!
TOTÒ - Dai dispiacere che avreta perché!!! È aggettivo qualificativo no?
PEPPINO - Ah, io scrivo...
TOTÒ - Perché dovete lasciare nostro nipote che gli zii che siamo noi medesimo di persona... Ma che stai facendo una faticata? S'asciuga il sudore...!
PEPPINO - Ehh...
TOTÒ - Che siamo noi medesimo di persona... vi mandano questo, perché il giovanotto è studente che studia... che si deve prendere una Laura...
PEPPINO - ... Laura...
TOTÒ - Laura! ... che deve tenere la testa al solito posto, cioè sul collo.
PEPPINO - ... sul collo.
TOTÒ - Punto, punto e virgola. Punto e un punto e virgola!
PEPPINO - Troppa roba!
TOTÒ - Ah, lascia fare! Che dicono che noi siamo provinciali... siamo tirati...
PEPPINO - Ma è troppo...
TOTÒ - Salutandovi indistintamente... salutandovi indistintamente... sbrigati! Salutandovi indistintamente ... i fratelli Caponi. Che siamo noi. Questa ... apri una parente. Apri una parente e dici: "che siamo noi". I fratelli Caponi. Hai aperto la parente?
PEPPINO - Mm.
TOTÒ - Chiudila!
PEPPINO - Ecco fatto
TOTÒ - Vuoi aggiungere qualcosa?
PEPPINO - Un "senza nulla a pretendere" non c'è?